26/07 - 31/07/2016

Notizie

Indietro

Paramenti per la Messa Finale

2016-07-31 / News

Il Papa, i vescovi e i sacerdoti indosseranno paramenti realizzati esclusivamente per la Messa Finale.

Durante la Messa Finale al Campus Misericordiae il Santo Padre, i vescovi e i sacerdoti che parteciperanno alla liturgia indosseranno paramenti realizzati esclusivamente per la funzione.
Le vesti liturgiche saranno di colore bianco, il colore più popolare nelle cerimonie più importanti.

Per l'Eucaristia sono state preparate circa 15 mila casule. Tra queste ce n'è una che si distingue, quella realizzata per Papa Francesco.

Il bianco e il legno: classicismo e tradizione

Le casule per la Messa finale hanno uno stile molto semplice e sono state realizzate con un tessuto bianco. Nella parte anteriore compaiono tre linee che formano il simbolo della croce. La prima rappresenta la trave principale ed è di colore giallo. Le altre, trasversali, fanno riferimento al quadro “Gesù, confido in te” e rappresentano il sangue e l'acqua. L'ordine delle linee sulla casula forma lo schema del logo della GMG 2016. Nella parte posteriore della casula si trova una piccola croce. Lo stile delicato della veste liturgica fa riferimento anche al progetto dell'altare principale del Campus Misericordiae. Nel progetto non troveremo i colori vivaci che caratterizzano le altre immagini della GMG 2016. Al contrario, troveremo semplicità e tradizione.

“I logo che appaiono sulla casula sono sottili e nascosti nella parte inferiore, per far sì che la veste liturgica possa essere utilizzata anche in altre occasioni e non solo durante la Giornata Mondiale della Gioventù”, dice Monika Rybcyńska, graphic designer del settore grafico della GMG 2016.
“L'altare sarà caratterizzato dal legno e dal colore bianco. Per il disegno della casula abbiamo quindi deciso di ricreare tutti gli elementi visivi dell'altare, ovvero stile classico”, aggiunge.

Il progetto delle casule è stato iniziato nel settembre del 2015 ed è stato terminato a febbraio 2016. L'autore del bozzetto finale è  Maciej Cieśla, che ha lavorato nel settore grafico. Tra tutti i progetti ricevuti il suo è stato giudicato il migliore ed è stato accettato dal Dipartimento degli Eventi Principali. Maciej Cieśla è stato anche coautore della maggior parte delle grafiche della Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia. È morto a luglio, a causa di una grave malattia; non è riuscito a vedere la sua opera durante la Messa Finale al Campus Misericordiae.

Dopo l'Eucarestia ogni sacerdote avrà l'opportunità di portare con sé la sua casula, in ricordo dell'incontro dei giovani in Polonia.


Katarzyna Domagała

Traduzione di Agnese Castellari

Questa pagina web contiene cookies. Stando su questa pagina, accetti le condizioni d'uso dei cookies.

Confermo