26/07 - 31/07/2016

Divina Misericordia



Che cos’è il messaggio della Divina Misericordia?

È un messaggio colmo d’amore che Dio rivolge agli uomini di oggi, scritto da Santa Faustina sul suo “Diario”. In una delle rivelazioni, Gesù le disse: “Nell'Antico Testamento mandai al mio popolo i profeti con i fulmini; oggi mando te all'umanità intera con la mia Misericordia. Non voglio punire l'umanità sofferente, ma desidero guarirla e stringerla al mio Cuore misericordioso”. Il papa, san Giovanni Paolo II disse a tal proposito: “Questo messaggio pieno di conforto è rivolto soprattutto all’uomo segnato da un’esperienza particolarmente dolorosa o a chi è oppresso dal peso dei peccati commessi, avendo perso ogni speranza nella vita, e rischia di cedere alla tentazione della disperazione”.

Quando e in quali circostanze è stato scritto?

Suor Faustina ricevette la prima rivelazione legata alla Divina Misericordia nel 1931. Domenica 22 febbraio, la Santa vide Gesù che la pregava di dipingere un’immagine che Lo rappresentasse proprio così come le era apparso. Nella rivelazione seguente, Gesù espresse il desiderio di istituire nella Chiesa una Festa alla Divina Misericordia. Fu soltanto l’inizio di questi incontri straordinari, durante i quali Gesù permetteva a Suor Faustina di conoscere meglio il mistero della Divina Misericordia e le trasmetteva ordini concreti, inerenti la missione di proclamare il Suo messaggio sulla Misericordia.

Suor Faustina trasmetteva tutti i desideri di Gesù ai suoi confessori e ai superiori che, inizialmente, si mostravano scettici a riguardo. All’inizio, lei stessa guardava e ascoltava Gesù con incredulità, e così cercava una conferma da parte della Chiesa. Su richiesta di Gesù, doveva scrivere tutto sul “Diario”, che poi fu pubblicato per la prima volta tutto intero nel 1981. Da allora, il “Diario” è stato tradotto in oltre 30 lingue e pubblicato in una quantità innumerevole di copie. Dopo aver conosciuto il messaggio di Gesù Misericordioso, la vita di molte persone è cambiata radicalmente.

Qual è l’essenza del Messaggio?

L’essenza del Messaggio è meravigliosa! Ricorda al mondo con forza rinnovata la verità biblica sull’amore grande e misercordioso di Dio verso ogni uomo, espresso con maggiore veemenza nella vita, morte e Risurrezione di Gesù. Incoraggia anche a dare risposta a quest’amore con fiducia in Dio e misericordia praticata nei confronti del prossimo. Si tratta di un principio fondamentale e molto bello del Cristianesimo. In questo messaggio Gesù esprime il suo grande desiderio di esser trasmesso a tutti attraverso la propria testimonianza di vita: con le azioni, con le parole e la preghiera. Gesù desidera che la gente conosca Dio non solo come santo e giusto, ma soprattutto quale Padre misericordioso che ama sempre i propri figli, anche quando si allontanano da Lui. Ha detto, infatti: “Sono l’Amore e la Misericordia in persona. Desidero che tutto il mondo conosca la mia Misericordia”. Solo in Lui, come diceva San Giovanni Paolo II, “il mondo troverà la pace e l’uomo la felicità!”.

Gesù ha lasciato alcune preghiere particolari?

Gesù, tramite Santa Faustina, ci trasmette 5 nuove forme di culto, rivelando nuovi spazi in cui incontrare Dio e ottenere con la preghiera la Sua Misericordia per tutti i bisognosi. In ordine cronologico abbiamo:

L’immagine di Gesù Misericordioso con le parole “Gesù, confido in Te”

La festa della Divina Misericordia, conforme al desiderio di Gesù, festeggiata la prima domenica dopo Pasqua

La coroncina alla Divina Misericrdia che si recita con la comune corona del santo rosario

L’ora della Misericordia, cioè la preghiera nel momento della morte di Gesù sulla Croce, alle 15:00 in punto

La diffusione del culto della Divina Misericordia - è l’invito di Gesù rivolto a tutti: laici, giovani e anziani, sacerdoti e consacrati, tutti i gruppi, famiglie e comunità affinché, tramite la testimoninza della propria vita, le azioni, le parole e la preghiera, si mostri al mondo Dio Misericordioso.


suor Gaudia Skass, ZMBM

Questa pagina web contiene cookies. Stando su questa pagina, accetti le condizioni d'uso dei cookies.

Confermo